ETOILES/ STELLE

Ce soir le ciel est plein d’etoiles
Leure lumière éclaircit la nuit
La lune sourit et un enfant rêve
Mes yeux verts te regardent
Soudain tout s’obscure et
On ne voit plus rien
L’enfant s’émerveille, il a peur
Un frastuono colpisce la mia mente
Mi guardo intorno non vedo nulla
I miei occhi scrutano meglio
Lo sguardo va oltre l’orizzonte
Paura? Emozione? Sorpresa? Speranza?
Lo vedremo e quel giorno raggiungeremo
La verità.

 

Questa sera il cielo è pieno di Stelle
La loro luce schiarisce la notte
La luna sorride ed il bimbo sogna
I miei occhi verdi ti guardano
Improvvisamente tutto si oscura e
Non si vede più nulla
Il bambino si meraviglia, egli ha paura
Un frastuono colpisce la mia mente
Mi guardo intorno non vedo nulla
I miei occhi scrutano meglio
Lo sguardo va oltre l’orizzonte
Paura? Emozione? Sorpresa? Speranza?
Lo vedremo e quel giorno raggiungeremo
La verità.

Pubblicato in poesia | 6 commenti

Dolce ricordo

Inebriata dal profumo dei gelsomini
l’odore del tè alla menta e del mare
Odore di cous cous zafferano e harissa
nube che avvolge l’uomo con il narghilè
Odore acre di olio fritto per dolci tipici
Dal brusio del souk dove si vende di tutto
Cupole bianche rifinite con il colore blu
Mi affiora il ricordo del mio paese natìo
dolce come il profumo di fiori esotici

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 8 commenti

La melodia del mare

Accosto
questa meravigliosa conchiglia
vicino all’orecchio per ascoltare
la melodia del mio amato mare
Fammi
rivivere quei momenti indimenticabili
passati al mare quando t’incontrai
e non ci lasciammo più fino alla fine

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 6 commenti

Sono Io

Note melodiose in una giornata triste, come il tempo, coronano il mio stato d’animo. Non vogliono essere lamentele, ma a volte si arriva al punto di dire che cosa ho fatto nella mia vita per essere così tormentata e sempre ansiosa. Eppure sono una persona dolcissima che ama il mondo che aiuta il prossimo ed ha fatto sempre del bene, almeno questa era la mia intenzione. Avrò pur commesso i miei bravi errori, ma del tutto innocui e mai per fare del male a nessuno. Sono stanca di combattere ed a volte lo sconforto prende piede e questa è una della tante volte. Una volta dico solo una volta, vorrei alzarmi e dire che bellezza oggi sono padrona del mondo sono felice di stare bene con me stessa….ma credo sia un’utopia. Non importa raccontare il mio vissuto perchè potrebbe sembrare una giustificazione al mio stato d’animo….no, tante altre persone con un vissuto peggiore del mio hanno una vita normale e non come la mia, pessimista, aberrante, insoddisfatta, distruttiva per la mia anima.

(Jalesh)

Pubblicato in Pensiero | 7 commenti

Lui

Je suis folle de lui
Je le vois de partout
Je l’immagine
je le rêve

j’essaye d’attraper l’ombre

Je lui parle
Je le bouscule
Je le gronde
Je l’embrasse

j’essaye d’attraper l’ombre

Je regarde le ciel
J’admire la mer
Je compte les vagues
Je touche les grains de sable

J’essaye d’attraper son ombre

Je suis folle de lui
Je le verrai un jour
Je l’aimerai pour toujours
Je lui appartient

J’essaye d’attraper l’ombre
Mais hélas il n’est pas là.

(Jalesh)

 

Lui

Sono pazza di lui
Lo vedo ovunque
Lo immagino
Lo sogno

Immagino di acchiappare la sua ombra

Gli parlo
Lo strapazzo
Lo rimprovero
Lo abbraccio

Immagino di acchiappare la sua ombra

Guardo il cielo
Ammiro il mare
Conto le onde
Tocco i granelli di sabbia

Immagino di acchiappare la sua ombra

Sono pazza di lui
Lo vedrò un giorno
lo amerò per sempre
Gli appartengo

Immagino di acchiappare la sua ombra
Ma purtroppo non è qui

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 4 commenti

Non sapevi cullarmi

Ispirazione ascoltando il brano musicale cantato da Emma Marrone

Sempre
severa nella tua rigidità
non ricordo carezze
solo rimproveri
sempre

eri
orfana della tua mamma
nessuno ti cullava
volevi carezze
Tu

non
sapevi darmi l’amore
ne avevi ancora
bisogno Tu
poverina

crescevo
mancandomi quella amorevole tenerezza
che una mamma
sa come
darti

pretendevi
il massimo da me
non ricordo mai
una favola
letta

luce
spenta dovevo dormire sola
senza una carezza
mi dovevo
temprare

donna
mamma colmavo di affetto
i miei figli
anche esagerando
forse

non
ci sei più oggi
ma io cerco
le carezze
tue

con
il pensiero immagino Te
che mi culli
nelle braccia
tue

(Jalesh)

Pubblicato in Le Petit Onze, Video | 6 commenti

Glicine

Grappoli di glicine spandono
Nell’aria un profumo inebriante
Dolce ed amaro di una nostalgia
Di giovinezza perduta nel colore
Tenue di un viola del passato

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 8 commenti

Katauta ( Speranza)

angoscia vai via
il sorriso tornerà
a brillare negli occhi

(Jalesh)

Pubblicato in katauta | 9 commenti

Haiku Hanami*

contemplazione
fioritura ciliegi-
la rinascita

(Jalesh)

*L’ Hanami ( “ammirare i fiori”) è la tradizionale usanza giapponese di godere della bellezza della fioritura primaverile degli alberi, in particolare di quella dei ciliegi da fiore giapponesi, i sakura ( “ciliegio”). Questa tradizione, antica di più di un millennio, è ancora molto sentita in Giappone tanto da provocare vere e proprie migrazioni di milioni di giapponesi dalle loro città verso le 60 località più famose del Paese

Pubblicato in Haiku | 10 commenti

21 aprile 2020

Sei nel mio cuore per sempre

Pubblicato in Dedica | 4 commenti

I quattro fiumi di Piazza Navona

Viaggio
attraverso le quattro fontane
opere del Bernini
Piazza Navona
Roma

Esploro
i quattro angoli terrestri
il Danubio blu
il Gange
indiano

continuo
la traversata sul Nilo
grande fiume africano
luoghi storici
egiziani

Proseguo
per Rio della Plata
in sud America
continenti conosciuti
allora

Opera
in perfetto stile barocco
come grande caleidoscopico
scenario naturale
colossale

(Jalesh)

Pubblicato in Le Petit Onze | 4 commenti

6 aprile 2020

6 Aprile 2020
Avresti compiuto 79 anni. Buon compleanno Giuseppe ❤️
Coincidenza il 6 Aprile 1960 partivo dalla Tunisia per venire in Italia ( sono 60 anni che sto in Italia)

Pubblicato in Pensiero | 6 commenti

Cuore

Intanato in una grotta solitaria
Bagnato da lacrime e cenere di luna
Il cuore piange la sua disperazione

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 5 commenti

The moon

….Sei pallida per la stanchezza
d’arrampicarti in cielo e guardare sulla terra…
Regali corolle di luce che ammantano la notte
Muta compagnia degli amanti occasionali
Sorridi compiaciuta ai teneri amori nascenti
Delusa e triste assisti agli addii più crudeli
Testimone dei sogni e desideri più reconditi
Ti spegni lentamente alle prime luci del giorno

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 18 commenti

5 Gennaio 2020

Sarai sempre nel mio cuore tesoro mio

Pubblicato in Pensiero | 10 commenti

Revivre

Seule
dans ma solitude
je me plonge dans le passè
pour revivre et rappeler
les plus beaux moments
de ma vie

(Jalesh)

Sola
nella mia solitudine
Mi immergo nel passato
per rivivere e ricordare
i momenti più belli
della mia vita

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 14 commenti

Cullami

Spunto dalla canzone di Emma Marrone “Cullami”

Sempre
severa nella tua rigidità
non ricordo carezze
solo rimproveri
sempre

eri
orfana della tua mamma
nessuno ti cullava
volevi carezze
Tu

non
sapevi darmi l’amore
ne avevi ancora
bisogno Tu
poverina

crescevo
mancandomi quella amorevole tenerezza
che una mamma
sa come
darti

pretendevi
il massimo da me
non ricordo mai
una favola
letta

luce
spenta dovevo dormire sola
senza una carezza
mi dovevo
temprare

donna
mamma colmavo di affetto
i miei figli
anche esagerando
forse

non
ci sei più oggi
ma io cerco
le carezze
tue

con
il pensiero immagino Te
che mi culli
nelle braccia
tue

Jalesh

Pubblicato in Le Petit Onze, Video | 6 commenti

6 dicembre 2019

Buon compleanno tesoro mio ovunque tu sia

6 dicembre 1973 – 5 gennaio 2009

Pubblicato in Dedica, Pensiero | 10 commenti

Un anno fa 4 dicembre 2018

Vola il tempo
un anno fa
non c’eri più
amore mio

(Jalesh)

Pubblicato in Scheggia | 5 commenti

Meraviglioso

Meraviglioso
dopo un forte dolore
scoprire la vita
un importante
dono

Meraviglioso
quando sembra tutto perduto
scorgere che ancora
una stella
brilla

Meraviglioso
con il cuore infranto
risalire la china
per ricominciare
tutto

Meraviglioso
capire quanto è bello
vivere la bellezza
del Creato
avuto

Meraviglioso
pensare alle persone amate
volate via lassù
come angeli
protettori

Meraviglioso
trasformare il tuo dolore
in Amore profondo
per il Prossimo
aiutandolo

Meraviglioso
sperare in un futuro
migliore per tutti
quelli che
rimangono

Meraviglioso
accorgersi in tempo quanto
è appagante vivere
per sognare
ancora

Jalesh

ispirato ascoltando il brano “Meraviglioso” dei Negramaro

Pubblicato in poesia, Video | 12 commenti

Il rischio

Sul filo tremolante il funambolo va
Prosegue passo passo in silenzio
Gambe tremule piedi ben piazzati
Il filo flette sotto il suo peso
Abilissimo continua il percorso
Spavaldo rischia tutte le sere
La sua vita è una bella scommessa
Vale la pena provare il brivido
Imitarlo dovrebbe essere la meta
…chi non risica non rosica…

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 6 commenti

Non mi scorderò mai di Te

Non ti scordar di me
ricorda come eravamo giovani
innamorati spensierati liberi
ci siamo ritrovati e così
cominciò la nostra storia
Non ti scordar di me
amore serenità complicità
regnava nel nostro nido
Arrivarono i nostri figli
felici trascorreva il tempo
Non ti scordar di me
Gli anni volavano sul nostro Amore
tutto scorreva sul fiume calmo
i capelli imbiancavano con Amore
arrivarono i primi dolori forti
ma noi resistemmo sempre insieme
diventammo nonni di una principessina
Non ti scordar di me
fino alla fine l’amore regnava
finchè un bel giorno il buio
Non ti scordar di me
Io non mi scorderò mai di te

(Jalesh)

Pubblicato in poesia | 6 commenti

Tanka (del gelo)

Un foglio bianco
Cade la pioggia fuori
Il cuore gela
Un inverno rigido
Ho il pianto in gola

(Jalesh)

Pubblicato in Tanka | 6 commenti

Sogni perduti

Come le nuvole spazzate dal vento
Volano i  miei sogni perduti nell’oblio
Aspettando un ritorno nella fantasia

(Jalesh)

Pubblicato in Pensiero | 4 commenti

Amor perduto

Volge il melanconico sguardo
a rimirar il lontano orizzonte
aspettando invano l’Amor perduto
E vorria che Pietà le fosse tolta
ma di sì dolce tristezza il cor mi bea
desiando un giorno volga lo sguardo
verso il mio cor che langue in petto

(Jalesh)

incipit …”di sì dolce tristezza il cor mi bea”… tratto dalla poesia Tacito orror di solitaria selva di Vittorio Alfieri

Pubblicato in poesia | 6 commenti