26 gennaio 2009 (collaborazione con una foto di Tiferett)

Ispirata dalla splendida foto di Tiferett (il pontile di Ostia)

Era
tempesta quel giorno indimenticabile
affacciata al pontile
le ceneri
sparsi

Jalesh)

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in collaborazione foto e poesia, Le Petit Onze. Contrassegna il permalink.

19 risposte a 26 gennaio 2009 (collaborazione con una foto di Tiferett)

  1. Patrizia M. ha detto:

    Fantastica, che ispirazione ti ha dato la foto di Lorenzo. Complimenti Jalesh.
    Serena notte e buona nuova settimana.
    Pat

  2. Tiferett ha detto:

    Grazie Jalesh per avermi fatto emozionare attraverso i tuoi magnifici versi

  3. valexx89 ha detto:

    complimenti per queste parole, così toccanti e profonde.
    Vale

  4. lulasognatrice ha detto:

    Stupendi versi, che fanno da cornice ad uno scatto meraviglioso… stupenda collaborazione!

  5. Aquileana ha detto:

    Molto bello Jalesh! Baci. Aquileana 😀

  6. Omar Arcobaleno ha detto:

    Stupendi versi, bellissima anche l’immagine…
    Buona giornata
    Un abbraccio, Omar

  7. ombreflessuose ha detto:

    L’ arte delle parole e della fotografia
    Complimenti ad entrambi

    Mistral

  8. Lia ha detto:

    Una meravigliosa collaborazione mia cara … i tuoi versi potenti e colmi di velata tristezza sono resi ancor più forti dall’altrettanta bellezza della foto di Lorenzo ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...