Haiku narrativi (L’Isola che non c’è)

Chiaror di luna
Accompagna il mio viaggio
Sotto le stelle

Muto l’aspetto
A divenir un’onda
Fluttuo felice

Delfino Amico
Mi aiuta nella mia corsa
Verso la meta

L’isola  non c’è
Dove nessuna realtà
Fantasia uniti

Danno al mio cuore
Sollievo ed emozioni
Giammai sperate

Astro lucente
Mi prende dolcemente
La mano tesa

Mi rassicura
Siamo nell’immensità
All’unisono

Sorge l’aurora
L’astro non brilla già più
L’isola non c’è…..

(Jalesh)

immagine presa dal web

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in renga. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Haiku narrativi (L’Isola che non c’è)

  1. orofiorentino ha detto:

    Caspita signora…che meraviglia. Una serie di Haiku che rende la narrazione magica. Tutti i miei complimenti e un abbraccio grande

  2. ombreflessuose ha detto:

    Ha ragione, Oro: una meraviglia.
    I tuoi passi saranno sempre accompagnati dall’ amica luna, lei non tramonterà mai per te
    Sensibilmente brava
    Bacioni
    Mistral

  3. ombreflessuose ha detto:

    forse ho compreso male….
    Scusami
    Buon pomeriggio

  4. ombreflessuose ha detto:

    Scusami di nuovo, non so perché ma avevo dei dubbi (rimuginare un po’ troppo, porta all’errore
    Un grande abbraccio
    Mistral

  5. Eufemia ha detto:

    Qui invece leggo speranza di qualcosa che verrà.,
    tutti noi dobbiamo cercare e trovare l’isola dei nostri sogni.
    Molto piaciuto Jane, mettilo su Memorie 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...